newsletter

home / Archivio / Fascicolo / Segnalazioni di diritto ..


Segnalazioni di diritto tributario

 Giovanni Consolo, Carlotta Sgattoni

INDICAZIONI APPLICATIVE E INTERPRETATIVE

GIURISPRUDENZA

La contestazione di violazioni penali nei confronti degli organi di società di persone determina il raddoppio dei termini per il socio – Con la sentenza 28 gennaio 2021, n. 1883, la Corte di Cassazione ha affermato che, stante l’imputazione per trasparenza, ai sensi dell’art. 5, D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917, dei redditi prodotti da società di persone in capo ai soci e la, conseguente, unitarietà del­l’accertamento che si pone alla base della rettifica delle dichiarazioni di tali soggetti, la circostanza che si ravvisino a carico degli organi societari fatti per i quali è previsto l’obbligo di denuncia penale ai sensi dell’art. 331 c.p.p. determina automaticamente il raddoppio dei termini per l’accertamento – previsto, sino al 2015, dall’art. 43, comma 3, D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 – non solo nei confronti della società, ma anche dei soci.

Il documento è reperibile al seguente link:

http://www.italgiure.giustizia.it/xway/application/nif/clean/hc.dll?verbo=attach&db=snciv&id=./20210128/snciv@s50@a2021@n01883@tO.clean.pdf.

PRASSI

Identificazione diretta ai fini Iva possibile nonostante la Brexit – Con Risoluzione 1 febbraio 2021, n. 7, l’Agenzia delle entrate ha chiarito che i soggetti residenti nel Regno Unito che effettuino in Italia operazioni rilevanti ai fini Iva possono – nonostante la Brexit – continuare a usufruire dei rispettivi rappresentanti fiscali IVA o mantenere i rispettivi identificativi IVA (senza dover quindi richiedere una nuova posizione IVA in quanto soggetti extra-UE) in forza dell’accordo stipulato il 24 dicembre 2020 tra Regno Unito e Unione Europea, contenente un protocollo relativo alla cooperazione amministrativa e all’assistenza reciproca nella lotta contro le frodi Iva e nel recupero dei crediti risultanti da dazi e imposte. Infatti, ai sensi degli artt. 17, comma 3, e 35-ter, comma 5, D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633, i soggetti extra-UE, al fine di adempiere agli obblighi previsti dalla normativa Iva, possono nominare un rappresentante fiscale residente in Italia o possono, alternativamente, identificarsi direttamente, ma solo a condizione che tra l’Italia e lo Stato di residenza extra-UE esistano strumenti giuridici e accordi che disciplinino la reciproca assistenza in materia di imposizione indiretta, quale è, appunto, il predetto protocollo tra Regno Unito e Unione Europea.

Il documento è reperibile al seguente link:

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/3158191/Risoluzione+n.+7+del+1+febbraio+2021.pdf/e5713b51-cd36-36a9-b6e4-67bfbfbff908.

Condizioni di accesso alle misure agevolative per il rafforzamento patrimoniale delle imprese di medie dimensioni – Con la Risposta a istanza di interpello 2 febbraio 2021, n. 74, l’Agenzia delle entrate ha precisato che, ai fini dell’art. 26, D.L. 19 maggio 2020, n. 34 – il quale ha introdotto alcune misure agevolative volte a incentivare aumenti di capitale nelle società per azioni, nelle società in accomandita per azioni, nelle società a responsabilità limitata, nonché nelle società cooperative, nelle società europee e nelle società cooperative europee – è sufficiente che la società che delibera l’aumento di capitale sia costituita in una delle forme giuridiche richieste dalla norma entro il termine massimo previsto per tale aumento, ossia entro il 31 dicembre 2020. Onde, non può ritenersi preclusa la fruizione delle agevolazioni in esame nel caso in cui una delle forme giuridiche indicate sia stata assunta dalla società per effetto di un’operazione di trasformazione, anche se posta in essere al solo scopo di usufruire del regime di vantaggio, purché avvenga prima della delibera di aumento di capitale sociale.

Il documento è reperibile al seguente link:

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/0/Risposta+n.+74_02.02.2021.pdf/58fc3995-288c-d3f6-b990-182c20f1821f.

NORMATIVA

Prorogati i ..


» Leggi l'intero articolo.