manuale_insolvenza

home / Segnalazioni /

01/09/2022Il contribuente che compensa crediti senza visto di conformitā non č sanzionabile


DIRITTO TRIBUTARIO - Giurisprudenza

Con l’ordinanza del 1° settembre 2022, n. 25736, la Corte di Cassazione ha affermato che la compensazione di crediti spettanti, senza previa apposizione del visto di conformità, non è sanzionabile. Secondo il consolidato orientamento della Corte Suprema – ribadito, da ultimo, nella sentenza del 26 febbraio 2020, n. 5289 – affinché si configuri una violazione meramente formale occorre che «la violazione accertata "non comporti un pregiudizio all'esercizio delle azioni di controllo e, al contempo, non incida sulla determinazione della base imponibile dell'imposta e sul versamento del tributo». La compensazione dei crediti in violazione dell'obbligo di apposizione del visto non soddisfa tale duplice presupposto e, pertanto, non configura una violazione sanzionabile.

Il documento è reperibile al seguente link:

http://www.italgiure.giustizia.it/xway/application/nif/clean/hc.dll?verbo=attach&db=snciv&id=./20220901/snciv@s65@a2022@n25736@tO.clean.pdf

 



indietro