manuale_insolvenza

home / Archivio / Fascicolo / Segnalazioni di diritto tributario

indietro stampa articolo indice fascicolo leggi articolo leggi fascicolo


Segnalazioni di diritto tributario

 Giovanni Consolo, Carlotta Sgattoni

INDICAZIONI APPLICATIVE E INTERPRETATIVE

GIURISPRUDENZA

La contestazione di violazioni penali nei confronti degli organi di società di persone determina il raddoppio dei termini per il socio – Con la sentenza 28 gennaio 2021, n. 1883, la Corte di Cassazione ha affermato che, stante l’imputazione per trasparenza, ai sensi dell’art. 5, D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917, dei redditi prodotti da società di persone in capo ai soci e la, conseguente, unitarietà del­l’accertamento che si pone alla base della rettifica delle dichiarazioni di tali soggetti, la circostanza che si ravvisino a carico degli organi societari fatti per i quali è previsto l’obbligo di denuncia penale ai sensi dell’art. 331 c.p.p. determina automaticamente il raddoppio dei termini per l’accertamento – previsto, sino al 2015, dall’art. 43, comma 3, D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 – non solo nei confronti della società, ma anche dei soci.

Il documento è reperibile al seguente link:

http://www.italgiure.giustizia.it/xway/application/nif/clean/hc.dll?verbo=attach&db=snciv&id=./20210128/snciv@s50@a2021@n01883@tO.clean.pdf.

» Per l'intero contenuto effettuare il login inizio