carbone

home / Archivio / Fascicolo / L´accertamento del credito per t.f.r. nel concordato preventivo

indietro stampa articolo indice fascicolo leggi articolo leggi fascicolo


L´accertamento del credito per t.f.r. nel concordato preventivo

Luca Finocchiaro, Avvocato, Partner presso RP Legal & Tax, Associazione Professionale

Carla Ascolani, Avvocato, Associate presso RP Legal & Tax, Associazione Professionale

Il presente contributo mira a fornire una completa disamina del trattamento riservato in ambito concordatario al credito per t.f.r. del lavoratore, argomento che è stato oggetto di una rilevante evoluzione giurisprudenziale nel corso degli anni.

The verification of the end-of-service payment (t.f.r.) during the composition proceedings

The paper examines the treatment reserved to the end-of-service payment (t.f.r.) during the composition proceedings. This topic has been object of a considerable development in the case law during the years.

Keywords: composition proceedings – end-of-service payment – worker – preferential payment.

1. Premessa

Si ritiene innanzitutto opportuno richiamare il criterio di accertamento dell’an­teriorità dei debiti nella procedura di concordato preventivo; ciò per poi soffermarsi ad esaminare le difficoltà a cui va incontro tale accertamento nel­l’ipotesi in cui oggetto d’indagine sia l’indennità di Trattamento di Fine Rapporto di cui all’art. 2120 c.c., maturata dal dipendente il cui rapporto di lavoro sia cessato in pendenza della procedura concordataria.

1.1. Il divieto di pagamento di debiti anteriori nel concordato preventivo

Come è noto, dopo l’ammissione alla procedura del concordato preventivo non sono consentiti pagamenti lesivi della par condicio creditorum.

Secondo il costante insegnamento della Suprema Corte [1], il divieto di procedere ad una soddisfazione anticipata dei debiti sorti prima dell’apertura della procedura di concordato (i debiti anteriori) – divieto che trova per l’appunto la propria ragion d’essere nella necessità di garantire la parità di trattamento dei creditori concorsuali – si desume in modo univoco dal sistema normativo previsto per la regolamentazione degli effetti del concordato e, segnatamente, dal combinato disposto degli artt. 167  » Per l'intero contenuto effettuare il login inizio