corso comm rev

home / Archivio / Fascicolo / Legge di stabilità 2017 Le agevolazioni per gli stranieri che intendono risiedere in Italia

indietro stampa articolo leggi articolo leggi fascicolo


Legge di stabilità 2017 Le agevolazioni per gli stranieri che intendono risiedere in Italia

Carlo Pessina - Andrea Pessina

Il Governo italiano ha introdotto, con la legge di Bilancio 2017, un’agevolazione rivolta ai contribuenti persone fisiche neo-trasferiti in Italia, i quali già a decorrere dall’anno 2017 possono optare per il pagamento di un imposta sostitutiva dell’Irpef che i media hanno battezzato come “flat tax per i Paperoni”, dell’ammontare di Euro 100.000 annui, sui redditi dagli stessi prodotti all’estero. L’opzione ha una durata di 15 anni e può anche ricomprendere i redditi prodotti all’estero dai familiari del neocontribuente italiano, per i quali l’importo annuo dell’imposta sostitutiva è fissato in Euro 25.000 per ciascuno di loro. I chiarimenti per esercitare l’opzione sono stati diramati dapprima con il Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate dell’8 marzo u.s. e, successivamente con la Circolare n. 17/E del 23 maggio u.s. dell’Agenzia delle Entrate.

The stability law for 2017 Tax breaks for foreign who are going to reside in Italy

The Italian Government has introduced, through the 2017 budget law, the tax break addressed to contributors, natural persons just moved in Italy, who already starting from 2017, can decide on the payment of an Irpef substitute tax, which media named “flat tax for Paperoni”, in the annual amount of € 100,000, on their incomes generated abroad. The option has a duration of 15 years and can also include incomes generated abroad by new Italian contributor, for who the annual amount of Irpef substitute tax is set at € 25,000 for each of them. Clarifications to exercise the option have been issue first with a misure of the Director of Revenue Agency of 08/03 and, subsequently, with the Circular n. 17/E of 23/05 u.s. of the Revenue Agency.

Sommario:

1. Premessa.2. Campo d’applicazione dell’art. 24-bis TUIR.3. Modalità applicative.3.1. Tempistiche per l’esercizio dell’opzione.3.2. Imposta sostitutiva e ulteriori benefici del regime. – 3.3. Presentazione dell’istanza di interpello – 3.4. Esclusione di taluni paesi dal regime di tassazione sostitutiva. – 3.5. Elementi da far figurare nell’interpello. – 3.6. Estensione del regime forfetario ai familiari del contribuente. – 3.7. Mancato obbligo alla presentazione della dichiarazione dei redditi. – 4. Uscita dal regime forfetario. – 5. Conclusione.

1. Premessa

La Legge di Bilancio per l’anno 2017 [1], con i commi da 152 a 154 e da 157 a 159, ha introdotto nel Testo Unico delle Imposte sui Redditi [2] (TUIR) l’art. [continua..]

» Per l'intero contenuto effettuare il login inizio